Libertà è un *, immagini e parole sull'identità

Dal 30 ottobre 2021 al 15 gennaio 2022, 4 incontri al Palazzo dei Musei e alla Delfini su identità sessuale, ruoli di genere e comunicazione sociale

 

PROGRAMMA

 

sabato 30 ottobre ore 17, Sala Oratorio Palazzo dei Musei
Francesca Vecchioni, Maria Cantiello
Pregiudizi inconsapevoli Identità di genere e orientamento sessuale

 

Francesca Vecchioni

 È  Presidente di Diversity, organizzazione no profit impegnata a promuovere l'inclusione sociale e il benessere organizzativo attraverso attività di ricerca, formazione, monitoraggio, consulenza e advocacy. Esperta di comunicazione, hate speech e diritti umani, ha pubblicato Pregiudizi Inconsapevoli. Perché i luoghi comuni sono sempre così affollati (Mondadori 2020) eT’innamorerai senza pensare (Mondadori 2015).

Maria Cantiello

Fa parte della Associazione Modena Fluida e ha collaborato con il CRID, Centro di Ricerca Interdipartimentale su discriminazione e vulnerabilità di UniMoRe.

 

 

giovedì 2 dicembre ore 18, Sala Oratorio Palazzo dei Musei
Maya De Leo, Judith Pinnock
Queer. Storia culturale della comunità LGBT+

 

Maya De Leo

Storica, docente a contratto di Storia dell’omosessualità all’Università di Torino, è autrice di Queer. Storia culturale della comunità LGBT+ (Einaudi 2021).

Judith Pinnock

È psicologa e psicoterapeuta, esperta di linguaggi e comunicazione di genere. Con Serena Ballista ha pubblicato Bellezza femminile e verità. Modelli e ruoli nella comunicazione sessista (Logo Fausto Lupetti 2012).

 

 

sabato 18 dicembre ore 17, Biblioteca Delfini - Sala Conferenze

Cristina Portolano, Noah Schiatti
Figuriamoci. La rappresentazione dell’identità nei fumetti

 

Cristina Portolano

È autrice di Io sono Mare (Canicola 2018) e Non so chi sei (Rizzoli Lizard 2017). Insegna progettazione grafica dell’immagine e illustrazione allo IAAD di Bologna. Collabora a libri, riviste, siti web e social media.

Noah Schiatti

Esordisce con la graphic novel Solleone (Asterisco 2020). Realizza fumetti e illustrazioni per antologie e fanzine in Italia e  all’estero. Autoproduce fumetti che pubblica sul web.

 

 

sabato 15 gennaio ore 10-12 / replica ore 16-18, Biblioteca Delfini - Sala Conferenze

Elena Fierli, Deborah Soria
Fammi capire. Conversazioni su corpi e sessualità nei libri illustrati
Partecipazione su prenotazione (tel. 059 2032940) max. 20 adulti per ogni conversazione

 

Fammi Capire

È un progetto, nato nel 2016, dell’Associazione S.co.s.s.e e Ottimomassimo Libreria. Propone iniziative sul tema della diversità: incontri informali in piccoli gruppi per individuare buone pratiche sui diversi modi di vivere la sessualità.

Elena Fierli

Si occupa di educazione museale, lettura e valorizzazione delle differenze. Ha curato Leggere senza stereotipi: percorsi educativi 0-6 anni per figurarsi il futuro (Settenove 2015) e Scosse in classe: percorsi trasversali tra il nido e la scuola secondaria per educare alle  relazioni (Settenove 2021).

Deborah Soria

Libraia, è esperta di editoria italiana e internazionale per l’infanzia, attivista di IBBY Italia e responsabile del Progetto  Biblioteca IBBY di Lampedusa.

Iniziativa di Biblioteche comunali e Archivio Storico Comune di Modena. Gli incontri si svolgeranno in presenza, eventuali cambiamenti saranno comunicati anticipatamente. La partecipazione è libera nel rispetto delle norme anti-Covid vigenti.

 

Programma (pdf)

 

- - - - - - - - - - - - - - - - - - - - -

 

Il programma degli incontri si svolge in concomitanza con due mostre allestite in occasione del festivalfilosofia 2021 / Libertà sul tema dell'identità sessuale:

 

Farfalle di velluto, Viaggio nell’Indonesia transgender

 

fotografie di Elisabetta Zavoli
Biblioteca Poletti fino al 12/02/22 - Orari: lunedì 14.30-19; martedì-venerdì 8.30-13 e 14.30-19; sabato 8.30-13

Elisabetta Zavoli

Fotografa documentarista, tra il 2012 e il 2018 ha vissuto a Giacarta, dove ha documentato la vita della comunità delle waria. Maschi alla nascita, le waria - da wanita (donna) e pria (uomo) - si considerano uomini con l’anima femminile.

 

 

Rompete le righe! Il genere come stereotipo


mostra documentaria

Archivio Storico del Comune di Modena fino al  07/01/22 - Orari: lunedì-venerdì 10-12.30; giovedì 2 dicembre apertura straordinaria 14.30-17.30. Visita su prenotazione (info.archivio.storico@comune.modena.it)

 

Dalla famiglia all’educazione, dall’abbigliamento alla pubblicità, una selezione di carte, testi, immagini testimonia come, nei secoli, la cultura dominante abbia imposto una distinzione netta di ruoli tra uomo e donna e abbia alimentato nell’immaginario collettivo stereotipi difficili da
superare.