Andar per mostre: 'Georges de La Tour e l'Europa della luce'

Andar per mostre... riprende - A seguito della forzata sospensione del ciclo primaverile di Andar per mostre, la curatrice Francesca Cappelletti ci racconta la splendida mostra Georges de La Tour e l'Europa della luce allestita a Milano, Palazzo Reale, visitabile fino al 27 settembre. Iniziativa della Biblioteca Poletti.

Georges de La Tour, un grande artista... misterioso

La prima mostra in Italia dedicata a Georges de La Tour (1593-1652) che, attraverso mirati confronti tra i capolavori del Maestro francese e quelli di altri grandi del suo tempo (Gerrit van Honthorst, Paulus Bor, Trophime Bigot, Frans Hals e altri), vuole portare una nuova riflessione sulla pittura di genere e sulle sperimentazioni luministiche, per affrontare gli interrogativi che ancora avvolgono l'opera di questo misterioso artista.

La Tour è una delle grandi riscoperte artistiche del Novecento: dal 1915, anno in cui il tedesco Hermann Voss pubblicò un articolo rivelatore sulla sua opera, il pittore del Seicento francese, infatti, non smette di affascinare generazioni intere di storici dell’arte. Inevitabile è il paragone con Caravaggio, con il quale il francese condivide il senso teatrale della composizione e lo studio accurato della luce, anche se non si sa se La Tour abbia mai avuto modo di ammirare le opere del Merisi.

La Tour fu un pittore molto stimato ai suoi tempi, ebbe successo prima nel Ducato di Lorena dove nacque, e poi a Parigi dove nel 1639 fu nominato pittore del re Luigi XIII. Le sue tracce, e quelle della sua opera, si persero però durante tutto il XVIII e XIX secolo anche a causa delle guerre per l’indipendenza che sconvolsero la sua terra natale.

La mostra milanese è da considerarsi unica poiché, come ebbe a sottolineare Roberto Longhi, in Italia non sono conservate opere di La Tour, e sono circa 40 quelle certamente attribuite al Maestro, di cui 15 esposte in mostra grazie a prestiti eccezionali da tutto il mondo.

La mostra è stata curata da Francesca Cappelletti per il Comune di Milano-Cultura, Palazzo Reale, MondoMostre Skira.

Comitato scientifico Pierre Rosenberg (già direttore del Louvre), Gail Feigenbaum (direttrice Getty Research Institute), Annick Lemoine (direttore Musée Cognacq-Jay), Andres Ubeda (vice direttore Museo del Prado).

 

 

La mostra

 

Francesca Cappelletti, curatrice della mostra Georges de La Tour e l'Europa della luce, ne presenta il catalogo, consultabile presso la Biblioteca Poletti.

 

 

 

Galleria opere in mostra

 

Georges de La Tour                                                                     Georges de La Tour                                                                

La rissa tra musici mendicanti1625 - 1630 ca                         Il denaro versato, 1625-1627 ca.

 

 

 

 

 

 

 

 

 







Georges de La Tour                                                                     Georges de La Tour

I giocatori di dadi,1651 ca.                                                           La negazione di Pietro, 1650



 

 

 

 

 

 

 

 

Andar per mostre, città, musei

La Biblioteca Poletti programma annualmente due cicli di presentazioni (in primavera e in autunno) delle esperienze artistiche, delle città e dei musei più significativi dell'annata, a fini divulgativi.

Oltre alla presentazione per gli adulti delle esposizioni più importanti, la biblioteca propone anche laboratori per avvicinare i bambini al linguaggio artistico e familiarizzarli con le forme, i materiali e l'espressività tipici di questa attività creativa.

Il programma di primavera 2020 è stato alterato dalla pandemia, che ha interrotto le iniziative previste. Le proposte online offrono un'alternativa alle attività in presenza, fino a quando non sarà ripristinata l'agibilità delle sale conferenze.

Programma primavera 2020 (pdf)

 

 

I cataloghi delle mostre in corso per approfondire

Nel sito è presente una sezione (Mostre da leggere) che segnala sinteticamente le esposizioni italiane e internazionali di maggiore interesse di cui sono stati acquisiti i cataloghi. I volumi sono consultabili presso la Biblioteca Poletti.

Durante il periodo di apertura della mostra il relativo catalogo è a disposizione in biblioteca per la sola consultazione. Può essere preso a prestito solamente il sabato dopo le 12 e restituito entro le 15,30 del lunedì successivo. Questo termine per la restituzione è tassativo per non incorrere nelle sanzioni previste dal regolamento.

Mostre da leggere

 

 

INFO

Biblioteca Poletti
Palazzo dei Musei - Largo Porta Sant' Agostino 337
Tel. 059 2033372 - biblioteca.poletti@comune.modena.it
Orari biblioteca: lunedì 14.30–19;  dal martedì al venerdì 8.30–13/14.30–19; sabato 8.30–13

 

 

Immagine di copertina: Georges de La Tour, Maddalena penitente1635 - 1640.